Tu sei qui: Focus e ambito Issues from 2005 to 2017 IJEGE 11 IJEGE 11 - Volume 01
Azioni sul documento

IJEGE 11 - Volume 01

Vai su di un livello
IJEGE 11 - Volume 01
Questa nota segue il report preliminare inserito on-line in data 25 marzo 2011 sul sito di questa Rivista. Si tratta quindi di una evoluzione del resoconto preliminare basato su elaborazioni di alcune registrazioni accelerometriche del terremoto di Honshu (Giappone) del 11 marzo 2011, rese disponibili dalle reti giapponesi KI-NET e KIK-NET nonché ottenute da una rete accelerometrica gestita dal CERI (Sapienza, Università di Roma) in Appennino Centrale. Alcune peculiarità di tali registrazioni, in termin
IJEGE 11 - Volume 01
Viene presentata la struttura generale di una nuova metodologia, denominata IDRAIM (sistema IDRomorfologico di valutazione, Analisi e Monitoraggio dei corsi d’acqua), che permette di valutare ed analizzare le condizioni morfologiche di un corso d’acqua. In particolare, viene illustrato l’Indice di Qualità Morfologica (IQM) dei corsi d’acqua appositamente sviluppato ai fini della classificazione idromorfologica richiesta nell’ambito della Direttiva Quadro Acque dell’Unione Europea (Dir 20
IJEGE 11 - Volume 01
Sono state studiate le caratteristiche idrostrutturali di una porzione del sistema acquifero di Monte Cambio (Monti Reatini orientali) ed idrodinamiche di sorgenti sospese perenni di cui è disponibile la serie storica delle portate. Le litologie affioranti sono riferibili alla Successione Umbro-Marchigiano-Sabina (sedimenti di bacino pelagico prevalentemente fini e ben stratificati) cui si intercalano potenti afflussi detritici. La struttura ha assetto sinforme, con ondulazioni, pieghe e faglie distensive
IJEGE 11 - Volume 01
Il borgo di Casalabate, frazione marina di Lecce sita sulle sponde del Mar Adriatico, è stato interessato da notevoli fenomeni di dissesto con crollo di alcune abitazioni ed inagibilità di varie altre. Per indagarne le cause è stato condotto un dettagliato piano di indagini multidisciplinari,costituito da un rilievo geologico integrato dalla trivellazione di 23 sondaggi e da una indagine georadar nonché da analisi chimico-fisiche, carotaggi termosalinometrici e misure di velocità di filtrazione sulle
IJEGE 11 - Volume 01
Debris flows initiated by surface-water runoff during short duration, moderate- to high-intensity rainfall are common in steep, rocky, and sparsely vegetated terrain. Yet large uncertainties remain about the potential for a flow to grow through entrainment of loose debris, which make formulation of accurate mechanical models of debris-flow routing difficult. Using a combination of in situ measurements of debris flow dynamics, video imagery, tracer rocks implanted with passive integrated transponders (PIT)
Statistics